La provocazione del deejay

Anche nel nostro circolo locale del pd si sta avviando la riflessione su identità, valori e basi fondative del partito. Ogni tanto faccio fatica a ragionare per “schemi” cultural-politici ampi e onnicomprensivi. E guarda caso in cosa mi imbatto? In questo post di Luca Sofri. Non mi interessano in questa sede le valutazioni su Renzi, sul suo modo di fare politica e tantomeno sulle sue idee (se ne ha), trovo però provocatoriamente interessante il discorso di fondo sulla possibilità di avere un deejay politico. Senza certezze ma solo per ragionare.

Annunci
Posta un commento o usa questo indirizzo per il trackback.

Commenti

  • Roberto Farotto  Il 02/23/2011 alle 10:47 am

    solo per continuare il ragionamento , secondo A.Battaglia “Fra crisi e trasformazione” pag.96 , un partito fra l’altro , dovrebbe :

    a) esprimere un proprio nucleo di ethos e di cultura capace di:
    – rappresentare un punto di riferimento apprezzato
    – produrre un progetto politico riconoscibile

    b) esprimere un leader capace di realizzarlo.

    Chiusa la citazione , il punto è come si passa dalla teoria alla pratica ? Cioè chi e come può realizzare questi obiettivi ? Un partito è composto di persone che operano volontariamente , quante risorse (tempo , denaro , organizzazione) sono necessarie ? ..etc. etc..
    Per chiudere e tornando ai nostri problemi , la mia opinione è che si debbano considerare anche aspetti concreti del partito : chi fa che cosa e come nel Pd a Novate ?

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: