Monthly Archives: settembre 2011

Proviamoci

… poi, subito dopo lo sconcerto, leggo cosa scrive Luca Sofri e un po’, ma solo un po’, mi si riapre il cuore.

Annunci

Sconcerto

Se la Confindustria è sconcertata, figurarsi noi poveri mortali.

Personalmente credo che ormai il problema non siano più i contenuti politico-economici -parole grosse- della futura manovra: ormai siamo ai numeri e alle parole in libertà (mica si chiamano Popolo delle LIBERTA’ per niente!). Meglio aspettare che si mettano d’accordo per poi riparlarne.

La cosa più preoccupante è che, di fronte a tanta incapacità, insipienza etc etc, la Grecia si stia avvicinando sempre di più.

Uno dice: sì, però abbiamo una opposizione con le idee chiare. Se il benchmark dell’opposizione in materia attualmente è il pd e il suo decalogo anticrisi, c’è poco di che consolarsi; senza la scelta coraggiosa delle priorità di cui ha parlato anche Boeri la scorsa settimana non si va da nessuna parte. E, giuro, la cosa mi dispiace moltissimo: per il paese in cui vivo e anche per il pd.