La panchina metaforica

Molti insegnanti e maestri lo sanno benissimo, forse ne sono meno convinti molti genitori: le sospensioni e le punizioni fini a se stesse a scuola (ma non solo lì) servono a poco. Servono ancora meno quando, sul piano soggettivo,  si ha a che fare con coloro che sono già a rischio di esclusione/espulsione dai contesti di riferimento per  i motivi più vari e, sul piano oggettivo, in un sistema scolastico come il nostro fortemente caratterizzato dal fenomeno dell’abbandono precoce.

Leggete cosa propone il neo sottosegretario Marco Rossi Doria: io la chiamerei sospensione attiva su una panchina metaforica. Che poi intellettuali (non solo loro, intendiamoci) molto seguiti ultimamente anche a sinistra come Paola Mastrocola abbiano da ridire non mi meraviglia: le soluzioni facili facili sono sempre le più popolari e non a caso piacciono molto a chi, come quelli del Giornale, hanno un’idea della scuola e dell’educazione non proprio “progressista”.

A proposito: sarebbe bello che in un futuro governo di centrosinistra (semmai ce ne sarà uno) fosse lui, Marco Rossi Doria, il Ministro dell’Istruzione: ha competenza, storia, esperienza e capacità di guardare avanti (senza facili demagogie passatiste) da vendere.

Annunci
Post a comment or leave a trackback: Trackback URL.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: