Tag Archives: Marco Rossi Doria

La metafora del deejay

Un po’ di tempo fa avevo letto con molto interesse alcune ipotesi di Luca Sofri sul ruolo del deejay nella politica attuale. Ora la riflessione di Sofri si amplia al mondo dei social network: allargamento del discorso facile e quasi ovvio, direte  voi, se si pensa a come vengono sempre più usati la rete, Facebook, Twitter etc.

Un po’ meno prevedibile e molto audace, intrigante e innovativo è invece l’accostamento degli insegnanti ai deejay, che il nostro Sottosegretario all’istruzione Marco Rossi Doria (ri)propone , prendendo spunto da questo post di Elena Favilli.

Insomma, la musica che contamina la politica, la comunicazione, la scuola e l’educazione. Siamo sempre più in un mondo dove di contenuti, idee e sollecitazioni ce ne sono tante (forse troppe?): basta avere competenze, curiosità e voglia di cercarle. Il problema allora è avere / essere persone in grado di intercettarle, valutarle sul piano qualitativo e selezionarle.

La panchina metaforica

Molti insegnanti e maestri lo sanno benissimo, forse ne sono meno convinti molti genitori: le sospensioni e le punizioni fini a se stesse a scuola (ma non solo lì) servono a poco. Servono ancora meno quando, sul piano soggettivo,  si ha a che fare con coloro che sono già a rischio di esclusione/espulsione dai contesti di riferimento per  i motivi più vari e, sul piano oggettivo, in un sistema scolastico come il nostro fortemente caratterizzato dal fenomeno dell’abbandono precoce.

Leggete cosa propone il neo sottosegretario Marco Rossi Doria: io la chiamerei sospensione attiva su una panchina metaforica. Che poi intellettuali (non solo loro, intendiamoci) molto seguiti ultimamente anche a sinistra come Paola Mastrocola abbiano da ridire non mi meraviglia: le soluzioni facili facili sono sempre le più popolari e non a caso piacciono molto a chi, come quelli del Giornale, hanno un’idea della scuola e dell’educazione non proprio “progressista”.

A proposito: sarebbe bello che in un futuro governo di centrosinistra (semmai ce ne sarà uno) fosse lui, Marco Rossi Doria, il Ministro dell’Istruzione: ha competenza, storia, esperienza e capacità di guardare avanti (senza facili demagogie passatiste) da vendere.